NOTIZI@RIO

Eventi
ADSL a San Gabriele

2011-01-10
Di Il Resto del Carlino

Eventi
Ben arrivata ADSL a San Gabriele !

2010-12-31
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
ADSL a San Gabriele-Mondonuovo entro il 2010 !

2010-09-02
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Digital divide: banda larga per 80mila cittadini in più grazie all’accordo tra Regione Emilia Romagna, Lepida e Telecom Italia

2010-09-02
Di www.key4biz.it

Eventi
Incontro con Sindaco e Assessore

2010-05-28
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Riunione del comitato PRO banda larga per Baricella

2010-05-27
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
A Baricella arriva la talpa – il comitato si riunisce per fare il punto della situazione

2010-05-26
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Il GMFE - Guglielmo Marconi Global Forum & Exibition

2009-04-13
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Bye-Bye fibra ottica

2008-12-01
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Corsa contro il tempo per Wi-Max entro fine anno le prime antenne

2008-11-19
Di La Repubblica

Eventi
Resta di stucco, è un barbatrucco !

2008-11-09
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Adsl – situazione attuale e prospettive future

2008-11-01
Di Il Municipio

Eventi
Banda larga e Governo, un rinvio tira l'altro

2008-10-30
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Sviluppo economico, la banda larga paga il conto

2008-10-27
Di Il Sole 24 ore.com

Eventi
Fibra ottica più lontana da San Gabriele ?

2008-10-11
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Veloce e senza fili, ecco il WiMax

2008-10-02
Di Alessandro Longo

Eventi
Le risposte alle nostre domande

2008-09-30
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Le risposte alle nostre domande

2008-09-29
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Avanti !

2008-09-25
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Il nostro bellissimo 11 settembre.

2008-09-14
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
E' ARRIVATA !!!

2008-09-04
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Programma operativo 2008 del Piano Telematico Regionale

2008-08-30
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
La linea ADSL sarà attiva a Baricella nei primi giorni di settembre

2008-08-21
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
A quando l'attivazione della linea ADSL ?

2008-08-05
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
ADSL, via ai contratti !!!

2008-07-29
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Prossimi al traguardo ?

2008-06-20
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Giugno andiamo, è tempo di scavare

2008-06-13
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Relazione sulla Consulta di frazione di San Gabriele

2008-05-15
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
14/05/2008: Consulta di frazione di San Gabriele

2008-05-08
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Verifica copertura ADSL - manuale per il fai da te

2008-04-21
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
ADSL A BARICELLA: ORMAI E' FATTA!!!

2008-04-18
Di Il Municipio

Eventi
Baricella in festa. Ora Molinella ci conta

2008-04-11
Di Matteo Radogna

Eventi
Emilia-Romagna prima in 'banda larga'

2008-04-07
Di Regione Emilia-Romagna

Eventi
Firmato l'accordo per l'ADSL a Baricella !

2008-03-29
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Assemblea pubblica del 07/04/2008

2008-03-23
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Baricella fa il conto alla rovescia per l' ADSL

2008-03-16
Di Matteo Radogna

Eventi
WiMax: chiusa l’asta dei record, l’Italia riuscirà a colmare il gap con l’Europa della banda larga?

2008-02-28
Di Alessandra Talarico

Eventi
WiMax, fra 2 anni (quasi) tutti coperti da Internet a banda larga

2008-02-28
Di Alessia Grossi

Eventi
WiMax, chiusa l'asta a quota 136 miliardi

2008-02-28
Di Claudio Tucci

Eventi
Grazie !

2008-02-28
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Il giorno della verità

2008-02-28
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Un ulteriore impegno preso dalla Regione Emilia-Romagna

2008-02-23
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Mediaset si ritira dalla gara Wimax

2008-02-23
Di Carmine Fotina

Eventi
Acantho punta sul WiMax in Emilia-Romagna

2008-02-22
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Asta WiMax, si ritira Mediaset

2008-02-21
Di Alessandro Longo

Eventi
Basta con le parole, è tempo di Adsl

2008-02-12
Di Il Resto del Carlino

Eventi
Mercoledì 20 febbraio, ore 20.45, assemblea pubblica organizzata dal Comitato

2008-02-04
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
LA BANDA DEL CAVO

2008-01-26
Di Gianni del Vecchio

Eventi
In che mani siamo ? Lo scopriremo il 28/02/2008

2008-01-24
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Rinviata al 24/01/2008 la riunione del 16/01/2008

2008-01-16
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Fumata bianca a Baricella

2007-12-15
Di Matteo Radogna

Eventi
IL COMUNE RAPPRESENTA IL COMITATO. L'ADSL va in Regione.

2007-11-25
Di Matteo Radogna

Eventi
Si costituisce il COMITATO CIVICO PRO

2007-11-14
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Emilia-Romagna, obiettivo 100% in rete

2007-11-08
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Manca la linea ADSL. Il Comune ha le mani legate.

2007-10-19
Di Matteo Radogna

Eventi
La banda larga si estende a cittadini e imprese della Provincia di Parma

2007-10-02
Di Provincia di Parma

Eventi
Presentazione dell’accordo sulla banda larga tra Provincia di Parma, Enia e Telecom

2007-10-01
Di Provincia di Parma

Eventi
Progetti contro il digital divide

2007-08-01
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
L’Emilia-Romagna per il superamento del Digital Divide

2007-06-14
Di Regione Emilia-Romagna

Eventi
PiTER - il piano telematico 2007-2009 della Regione

2007-05-29
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Interrogazione regionale sul digital divide

2006-08-09
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Intervento di Mauro Fizzoni al convegno di Sasso Marconi

2006-06-20
Di COMITATO CIVICO PRO

Eventi
Alcune aree industriali ancora scoperte dalle linee veloci, ma uniti si può fare molto.

2005-03-18
Di COMITATO CIVICO PRO

WiMax: chiusa l’asta dei record, l’Italia riuscirà a colmare il gap con l’Europa della banda larga?

Alessandra Talarico

WiMax: chiusa l’asta dei record, l’Italia riuscirà a colmare il gap con l’Europa della banda larga?

Nove giorni di rialzi per quella che è stata definita l’asta dei record: 136 milioni di euro – tra le cifre più alte d’Europa e pari al 176% in più rispetto alla base d’asta – per le frequenze WiMax e protagonisti non troppo scontati in una competizione che al debutto sembrava dovesse essere dominata dai soliti noti.

“La competizione nell’asta è stata elevatissima – ha dichiarato il Ministro delle comunicazioni Paolo Gentiloni – a testimonianza sia dell’interesse per questa nuova tecnologia di banda larga senza fili, sia dell’impegno che le imprese vincitrici vorranno sostenere per far partire in Italia i servizi WiMax”.

Ogni aggiudicatario si è infatti impegnato a garantire una significativa copertura territoriale ed un particolare impegno nelle aree a “digital divide”.

In base al disciplinare di gara disposto dal ministero, la copertura territoriale è stata calcolata con un meccanismo a punti derivante dall’installazione di impianti nei Comuni dell’area interessata.

Ha resistito, ovviamente, Telecom Italia (a differenza di Wind, Mediaset e Fastweb, tutte ritirate) che si è aggiudicata tre delle 14 licenze macroregionali: nell’area 4 (Umbria-Lazio-Abruzzo-Molise), nell’area 5 (Campania-Puglia-Basilicata-Calabria), e in Sardegna.

Telecom Italia punta quindi sul centro-sud dove più forte è la necessità di infrastrutture che colmino il digital-divide, che interessa comunque circa 4,2 milioni di cittadini.

Il grande vincitore è però Ariadsl, che con un esborso di 47,5 milioni di euro si portata a casa 6 licenze macroregionali, una per ogni macroarea in cui il ministero ha diviso il territorio nazionale tranne la Sicilia, dove comunque l’azienda umbra del tycoon israeliano Davidi Gilo si è portata a casa la licenza regionale.

Nell’isola, le due licenze macroregionali sono andate una ad A.F.T., l’altra a Tourist Ferry Boat-Temix-Medianet Comunicazioni, grazie a un’offerta di circa 5 milioni di euro.

Altre tre licenze macroregionali – per l’area di gara 1 (Lombardia, Bolzano, Trento), 2 (Valle d'Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana) e 3 (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche) – sono andate a eVia (gruppo Retelit) che, a differenza di Telecom ha invece puntato al settentrione.

Il gruppo Retelit, che gestisce una rete nazionale in fibra ottica per trasporto e comunicazioni multimediali, ha speso in tutto circa 23 milioni di euro.

A.F.T. – con un investimento di circa 34 milioni di euro – ha letteralmente fatto man bassa di licenze regionali, aggiudicandosi, oltre a una delle due macrolicenze siciliane, i diritti d’uso regionali in Lombardia, Piemonte, Veneto, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sardegna.

Di rilievo anche la partecipazione di MGM che pure aveva fatto ricorso al TAR – che lo ha respinto – lamentando l'assenza di condizioni atte ad impedire che alla gara partecipassero operatori già detentori di frequenze su cui offrire servizi a banda larga senza fili, nello specifico gli operatori Umts.

MGM, già detentrice di una licenza WiMax in Germania, ha poi presentato un’offerta da 3,3 milioni per la Toscana e una da 1,6 milioni per la Liguria, aggiudicandosi anche una licenza per la provincia autonoma di Trento, per un investimento totale di 7,25 milioni di euro.

Le altre licenze regionali sono andate a Brennercom (Prov. Aut. Bolzano), Ribes Informatica-Hal Service-Lan Service-Informatica System-Tex97-B.B.Bell (Valle d'Aosta), Assomax (Friuli Venezia Giulia), Infracom (Emilia Romagna) e City Carrier (Marche).

“La banda larga ed internet veloce per tutti sono un impegno che presto diventerà realtà. La conclusione della gara WiMax – ha concluso Gentiloni – pone una pietra miliare lungo la strada per abbattere il digital divide e per garantire il diritto all’accesso ad internet veloce come nuovo servizio universale del XXI secolo”.

Ha di che essere soddisfatto il ministro: l’incasso dell’asta supera infatti di gran lunga quello registrato negli altri Paesi europei: in Francia si incassarono 125,8 milioni di euro, in Germania 56 milioni e in Gran Bretagna 14 milioni di euro.

Vedremo ora come e in che tempi le aziende vincitrici dell’asta riusciranno a portare a termine la mission intrapresa dal governo e che prevede l’abbattimento del digital divide da qui al 2010, di fronte a uno scenario presente non proprio brillante, che ci vede fra gli ultimi Paesi in Europa per diffusione della banda larga, con una penetrazione al 16,5% (pari a 7,38 milioni di linee DSL) contro una media Ue del 19,8%.

Un dato che, ha denunciato l’ECTA – l’associazione europea degli operatori alternativi - ci pone in coda alla classifica dell’Europa a 15: peggio di noi solo Portogallo e Grecia.